Analisi Tecnica Bitcoin e Criptovalute: Supporti, Resistenze e Fibonacci

Per riuscire ad osservare e studiare qualsiasi Mercato, l’arma migliore a tua disposizione è l’Analisi Tecnica, Bitcoin non fa eccezione.

L’osservazione dei Grafici, la rilevazione di supporti, resistenze e tendenze, lo studio degli indicatori sono tutti quanti fattori da saper mettere insieme, allo scopo di individuare i punti di ingresso ed uscita da Mercato ottimali.

Scopo di questo tutorial è spiegare le basi dell’Analisi Tecnica su Bitcoin e le Crypto, con l’ausilio anche di una video spiegazione.

Analisi Tecnica Bitcoin di base: Supporti e Resistenze

Analisi Tecnica Bitcoin supporti resistenze fibonacci
Supporti e Resistenze evidenziati su un grafico Bitcoin/Dollaro

Supporti e Resistenze sono la base dell’Analisi Tecnica. Essi rappresentano il concetto più semplice, ma al contempo più utile ai fini operativi, da applicare nello studio di un grafico.

Si definiscono anche livelli chiave di prezzo, in quanto sono valori che assumono rilevanza grazie ad aver arrestato (momentaneamente o definitivamente) dei movimenti.

Quanto più era forte il movimento arrestato, tanto più significativo è il supporto/resistenza formatosi dopo l’arresto.

Contrariamente alla credenza comune, un supporto/resistenza più viene testato e più si indebolisce, in quanto viene “eroso” dagli acquisti o vendite eseguiti a ridosso. L’operatività ottimale pertanto è al primo re-test dei medesimi.

Esistono anche supporti e resistenze cosiddetti dinamici, detti anche trend lines.

Questi ultimi sono linee inclinate che accompagnano un movimento. Esse si tracciano sui minimi se il movimento è ascendente (uptrend) oppure sui massimi se il movimento è discendente.

Per esperienza, posso dire che genericamente le trend lines sono meno significative rispetto ai supporti/resistenze orizzontali (detti statici).

Estensioni e Ritracciamenti di Fibonacci

Ritracciamenti di Fibonacci tracciati sul medesimo grafico. Notare la significatività del livello 0.5.

Se vogliamo studiare con l’Analisi Tecnica Bitcoin e Criptovalute, non possiamo non conoscere le teorie di Fibonacci. Il concetto è molto semplice.

Prendendo come riferimento un movimento, dal suo inizio al suo culmine, si possono individuare dei livelli chiave ad alcune percentuali del medesimo.

Molte piattaforme permettono di inserire direttamente sul grafico questi livelli, semplicemente selezionando il movimento in analisi.

Essi vanno a comportarsi come dei supporti a tutti gli effetti: sono i target più probabili di un eventuale ritracciamento.

Qualora i ritracciamenti corrispondano anche con supporti definiti dalla price action, la loro significatività aumenta esponenzialmente.

Il discorso vale anche nell’altro senso: evidenziando un movimento, si può proiettare alcuni livelli di estensione, sempre basati sul rapporto aureo, che vanno ad individuare probabili target delle prossime ondate concordi al movimento stesso. Queste si chiamano “Estensioni di Fibonacci”, e fanno le veci di resistenze.

Tutto qua?

Ovviamente l’Analisi Tecnica ed il Trading non si limitano all’individuazione di supporti e resistenze, queste sono soltanto le basi.

Per diventare un trader profittevole occorre prendere dimestichezza con numerosi indicatori, e concetti quali Money Management, gestione del portafoglio e position sizing, tutte cose che vedremo più avanti nel corso.

Per adesso metabolizziamo per bene questi primi e fondamentali concetti. Vi aiuto con questo video, preso dal mio Canale Youtube, che mira ad approfondire quanto detto fin’ora:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.