AAVE (EthLEND): DeFi, Flash Loans e Rendita Passiva

Visto che siamo tutti appassionati di Rendite Passive, soprattutto quando a fornircele è un sistema aperto e decentralizzato, continuiamo l’approfondimento sui protocolli DeFi. Per chi non lo sapesse, DeFi sta per Decentralized Finance (Finanza Decentralizzata), e si tratta di servizi finanziari operanti su Blockchain tramite smart contracts. Quello che esaminiamo oggi si chiama AAVE, ex EthLEND, ed è un servizio di Credito/Debito simile a Compound.

Innanzitutto facciamo una breve introduzione sulle sue funzionalità, e poi vediamo come interagire con lo smart contract ed usufruire dei suoi servizi ambo i lati: sia se vogliamo chiedere un prestito collateralizzato, che se vogliamo fornire liquidità alla piattaforma per guagadnare l’interesse.

Infine, scopriamo cosa sono e a cosa servono i Flash Loans.

DeFi, Prestiti e Rendita Passiva

Uno degli use cases più diffuso per la DeFi è quello di tagliare l’intermediario nei servizi di credito, offrendo prestiti a fronte di un deposito di collaterale sotto forma di Crypto.

Questo crea due controparti. Da un lato c’è il Borrower, ovvero colui che deposita collaterale per chiedere in prestito liquidità (in stablecoins o FIAT money). Dall’altro c’è il Lender, ovvero colui che mette a disposizione la propria liquidità per i Borrower. Per incentivare a fornire liquidità, il Borrower pagherà una fee al Lender in percentuale al prestito preso.

Il tutto è gestito da uno smart contract: il vincolo e svincolo del collaterale, il calcolo delle fees, della durata del prestito ecc.

I prestiti sono sempre sovracollateralizzati: a fronte di un deposito di controvalore 1000 si può prendere in prestito non più di 500. Questo allo scopo di minimizzare i rischi di liquidazione, dovuti alla volatilità del prezzo delle Criptovalute.

Sono tantissime le piattaforme di questo tipo nate nel periodo di boom della DeFi, ma poche si sono affermate attirando liquidità sufficiente. AAVE è una di queste, come mostra l’immagine sottostante.

aave lend valore
Controvalore totale degli ETH bloccati in AAVE

AAVE: Come funziona?

La piattaforma AAVE si integra con un wallet Ethereum e, attraverso di esso, permette di depositare ETH o token ERC-20 al fine di utilizzarli come collaterale per richiedere un prestito, oppure come liquidità sulla quale ottenere rendita passiva.

Se si vuole seguire la strada del lender, è sufficiente lasciar depositati i propri fondi sullo smart contract, e la rendita passiva si accumulerà da sé. In qualsiasi momento sarà poi possibile svincolarli, e ritirarli sul proprio address.

Una delle particolarità di AAVE è che è possibile scegliere l’address sul quale ricevere la propria rendita ricavata dal prestito messo a disposizione. In questo modo, non sarà necessario muoverli dallo smart contract al proprio wallet, ma si potrà riceverli direttamente li.

Se invece si vuole richiedere un prestito, occorrerà vincolare il collaterale sotto forma di altre crypto. Come dicevo prima, qualsiasi token ERC-20 tra quelli supportati andrà bene. L’unica cosa alla quale conviene prestare attenzione è la volatilità: più un token è volatile, più occorrerà seguirne il rischio liquidazione e, se necessario, interrompere il prestito oppure rimpinguare il collaterale.

In seguito, si potrà scegliere il livello di collateralizzazione del prestito richiesto, in base al quale le fees possono sensibilmente variare: più la collateralizzazione è elevata, minori sono le fees (ed il rischio liquidazione associato). E’ consigliabile mantenerlo il più elevato possibile, a meno di necessità di prestiti a brevissimo termine.

Token utilizzabili su AAVE come collaterale e liquidità
Schermata di scelta della coin da prendere in prestito o depositare, e relativi tassi

A seconda della funzionalità che si vuole utilizzare, sarà necessario cliccare su “Borrow” oppure “Deposit”. I tassi che si possono guadagnare o da pagare a seconda del side scelto sono visibili appena di fianco.

Il Deposit APY è il tasso d’interesse annualizzato che si guadagna in caso di deposito liquidità (lender).v

Il Borrow APR invece è il tasso da pagare, sempre annualizzato, e come vedete è diviso in due: Variabile e stabile. Il primo può subire maggiori variazioni a seconda di domanda e offerta per i prestiti stessi. Quello stabile solitamente è più alto, ma meno volatile.

 

AAVE (LEND): Opinioni e Recensioni

Mi è capitato un paio di volte di utilizzare la piattaforma come lender, e l’esperienza è stata ottima. In quanto decentralizzata, la piattaforma è regolata e gestita da uno smart contract, e pertanto non interrompe mai il servizio.

L’interesse è pagato regolarmente, direttamente sul proprio address.

Non mi è mai capitato di utilizzarla come borrower, ma da chi l’ha fatto ho sentito soltanto opinioni positive. Il team dietro al progetto, inoltre, è rodato e conosciuto nel mondo della DeFi.

Di conseguenza, mi sentirei di consigliarla senza remore.

Token LEND: A cosa serve?

Il token LEND nasce principalmente come governance token, ovvero per dare potere di voto e di decisione ai token holders nelle scelte sull’evoluzione del progetto.

Essendo una piattaforma decentralizzata, infatti, le proposte portate avanti dal team sono da accettare da parte della Community tramite votazione, altrimenti vengono bocciate. I token holders hanno un potere di voto proporzionale alla quantità di token detenuti, secondo il principio che vede maggiormente interessati i più esposti.

In futuro, non è esclusa la possibilità di versare un dividendo ai detentori del token.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.